Università degli studi di Catania
Università degli studi di Catania - L'Agenda

Io Dalí

altri eventi in città
Visitabile fino al 10 febbraio, al Museo Civico Castello Ursino, mostra d'arte allestita in occasione del trentennale della scomparsa del maestro catalano

Sarà visitabile fino al 10 febbraio, al Museo Civico Castello Ursino di Catania, l’esposizione intitolata Io Dalí, in occasione del trentennale della scomparsa del maestro catalano Salvador Dalí.

La mostra passerà in rassegna, attraverso 16 dipinti, 21 opere su carta, 24 video, 86 fotografie e 29 riviste il modo in cui il pittore è stato capace di creare il proprio personaggio rendendo opera d’arte ogni suo gesto, indagando e rivelando l’altra vita dell’artista catalano, quella meno conosciuta, fondamentale per comprendere la sua incredibile personalità.

L'esposizione è curata da Laura Bartolomé, Lucia Moni per la Fundació Gala-Salvador Dalí e da Francesca Villanti direttore scientifico di C.O.R. Creare Organizzare Realizzare, con la consulenza scientifica di Montse Aguere di Rosa Maria Maurell.

L'artista

Salvador Dalí era noto per la sua arte spontanea e una grande personalità pubblica, questi 2 elementi lo aiutarono a emergere rispetto agli altri surrealisti. Una sua citazione la diceva lunga: “La differenza tra me e i surrealisti è che Io sono Surrealista”. La figura di Dalì assume un'importanza fondamentale in qualità di pioniere del movimento. Fu coinvolto in tutti gli aspetti della creazione artistica: pittura, scultura, progettazione, disegno, cinema, moda, ecc. Seppe inoltre applicare il concetto di surrealismo a tutto ciò che intraprendeva. La sua audacia e la sua attitudine ribelle verso l’arte e la politica lo tennero in disparte dagli altri e gli consentirono di creare alcuni dei dipinti più famosi e riconoscibili del XX secolo.

Il suo stile anticonvenzionale e le sue idee, talvolta oltraggiose, furono molto ricercate anche nell’ambito del settore commerciale in contesti come: moda, fotografia, pubblicità e cinema. Tali attività portarono il suo stile all’attenzione di un enorme pubblico popolare. Dalí e le sue opere non lasciarono solamente tracce indelebili all’interno del mondo artistico surrealista, l’influenza della sua arte invase infatti il mondo intero. Anche vent’anni dopo la sua morte chiunque ha familiarità almeno con una sua opera. Il nome Dalí è sinonimo di magia e resta un’icona.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 19.

(21 novembre 2018)

Stampa testo
Invia questo articolo
Tutti gli appuntamenti...
Archivio eventi
In prima pagina